Cronaca

Villagrande: pluripregiudicato in manette per droga

con fil di ferro e nylon per preservare dal freddo ogni singolo ramo. Gli appostamenti hanno dato modo agli agenti di risalire al responsabile, sottoposto a perquisizione che ha portato ad un laboratorio domestico per la lavorazione degli stupefacenti

Villagrande: operazione congiunta della Polizia di Lanusei e Tortolì, unitamente al NIPAF del Corpo Forestale di Lanusei. E' finito in manette a Villagrande Strisaili un ogliastrino, già noto alle forze dell'ordine in quanto pluripregiudicato, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di marijuana.
La piantagione rinvenuta si trovava in un’area boschiva vicina al paese, perfettamente nascosta e delimitata da una rete in plastica verde, controllata dall’esterno da un sistema di foto trappole. All’interno gli agenti hanno trovato un capanno dove le inflorescenze di marijuana venivano recise e lavorate con diversi attrezzi per essere poi trasportate ed immesse sul commercio.
In totale 41 piante,alte tra i 2.50 e 4.20 mt., sorrette da pali e da un’impalcatura realizzata con fil di ferro e nylon per preservare dal freddo ogni singolo ramo.
Gli appostamenti hanno dato modo agli agenti di risalire al responsabile, sottoposto a perquisizione che ha portato ad un laboratorio domestico per la lavorazione degli stupefacenti. Al suo interno sono stati rinvenuti oltre 10 kg. di boccioli ed infiorescenze di marijuana, 3 già essiccata e la restante in fase di essiccazione, unitamente ad attrezzature per l’asciugatura artificiale, la pesatura e il confezionamento sottovuoto.
L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lanusei.

di SONIA DEIANA

Categoria: